MENU
Fondazione
Araldi
Guinetti
 
 
...per un mondo migliore! per un mondo migliore!
Giugno 2018

Nello spirito della sua Fondatrice, melomane appassionata di musica classica, la Fondazione decide di finanziare una serie di sei concerti della stagione musicale milanese 2018/2019 promossa dalla Società del Quartetto di Milano e dedicata agli astri nascenti, cioè a sei giovani da poco affacciati alla ribalta, vincitori di importanti premi o altri riconoscimenti, così da promuoverne la carriera musicale. I biglietti d'ingresso avranno un costo simbolico, così da attirare il maggior numero possibile di giovani interesssati alla musica classica. Si prevede di dare continuità a questo originale progetto.

Dicembre 2017

La Fondazione può festeggiare due importanti avvenimenti.

Il primo è il concerto finale del 3 dicembre del Master biennale di II. livello di lirica da camera svoltosi nella sala Puccini del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Nove cantanti e due pianiste hanno fatto sfoggia delle loro qualità musicali a conferma dei progressi compiuti durante i due anni di Master (finanziati dalla Fondazione) sotto la guida competente degli insegnanti del Conservatorio. Ora per loro si apre o si consolida una bella carriera nel campo della lirica!

Pochi giorni dopo la Fondazione stipula un contratto di collaborazione con la FOSIT (Federazione delle ONG della Svizzera Italiana) per la selezione, il finanziamento e l'assistenza in nuovi progetti comuni nel settore della cooperazione internazionale. Ciò per garantire la massima professionalità di tali iniziative di aiuto allo sviluppo.

Luglio 2017

Cosciente della gravità del problema dei "migranti" dall'Africa e soprattutto del destino dei minorenni non accompagnati, la Fondazione decide di sostenere, unitamente ad altre fondazioni ticinesi, il programma occupazionale "Progetto estate minorenni rifugiati" promosso a Lugano dalla Croce Rossa Svizzera a favore di 64 ragazze e ragazzi provenienti dall'Africa.

Giugno 2017

Malgrado i deboli rendimenti del suo patrimonio durante gli ultimi anni, la Fondazione intende continuare la sua politica erogatrice a favore di enti e associazioni meritevoli di aiuto e che certo non possono aspettare che i mercati finanziari progrediscano come nello scorso decennio. Essa metterà perciò il suo accento nei settori della salute pubblica, nel Ticino e nei paesi in via di sviluppo, della socialità, soprattutto nel Ticino, e della cultura della Svizzera italiana e dell'Italia, con particolare riguardo per le iniziative a favore delle donne e dell'arte musicale.

“La ricorderò per sempre per tutto quello che ho imparato da lei, la Donna speciale che era, sono felice di averla incontrata nella mia vita.”