MENU
Fondazione
Araldi
Guinetti
 
 
...per un mondo migliore! per un mondo migliore!

Consulta l'archivio News

1 2 3 4 5 >

Novembre 2016

Informata della decisione della Confederazione di ridurre i sussidi a favore delle organizzazioni dedite all'orientamento e al reinserimento nel mondo del lavoro delle donne, la Fondazione decide di offrire un contributo d'urgenza all'Associazione Dialogare-Incontri di Massagno (TI), che altrimenti dovrebbe cessare la sua attività. Nel prendere questa decisione, la Fondazione si ispira all'esempio della sua fondatrice, che negli anni '70 partecipò in prima linea all'attività dell'Associazione italiana imprenditrici e donne dirigenti d'azienda.

Settembre 2016

Visto l'alto livello e il successo finora incontrato dagli studenti del Master biennale dedicato alla lirica da camera italiana fra '800 e '900 da essa promosso presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano (si vedano le News del maggio 2016) la Fondazione organizza a Lugano un concerto in onore degli amici milanesi e luganesi della sua compianta fondatrice e del Conservatorio della Svizzera italiana. Esso si è svolto il 30 settembre nel raffinato quadro della Fattoria Moncucchetto alla presenza di un centinaio di entusiasti melomani. Introdotte dal Maestro Guido Salvetti si sono esibite Selena Colombera e Roberta Canzian, entrambe soprano, accompagnate al piano da Muriel Grifò.

Agosto 2016

Desiderosa di contribuire anch'essa, a fianco di numerose altre istituzioni locali, alla continuazione dell'Orchestra della Svizzera italiana, tanto più che da quasi un anno essa ha la possibilità di esibirsi nella sala teatro del LAC di Lugano, la Fondazione conferma il suo forte sostegno all'Associazione degli Amici sottoscrivendo la qualità di socio d' "oro".

Luglio 2016

Impressionata dalla forza d'animo e dallo spirito mistico che anima le monache della Comunità benedettina del Monastero di S. Maria Assunta di Claro (TI), la Fondazione decide di finanziare la costruzione del nuovo acquedotto, quello attuale non essendo più a norma. Il caso (o la Provvidenza) vuole che la sorgente che rifornisce il nuovo acquedotto sia proprio quella che l'allora Cardinale Carlo Borromeo benedì in occasione della sua visita al Monastero del 1570 e considerata "molto salubre massimo ai febricitanti" (come riferito dalla nobildonna Ippolita Orelli da Locarno nel 1697).

“Pini è stata anche una donna molto colta, bellissima ed elegante, con uno stile sobrio molto personale e femminile. E di grande autorevolezza.”